Gennaro

DSC_0029

19 settembre 2015, Palazzo Arlotta, Napoli
Gennaro

Il 19 settembre a Napoli è San Gennaro.
Per me è stato semplicemente: Gennaro. L’uomo dietro al santo e il santo dietro l’uomo.

Chiamato per nome, come si chiamano gli amici. Fotografato nella folla. Dipinto. Ritagliato dai magazine di moda e poi ricomposto secondo una nuova prospettiva. Scorto tra le fermate di una metro. Immaginato mentre legge di quanto sangue scorre tra le strade della sua città.
Rosso. Allucinato. Illuminato. Riciclato. Persino Diaboliko.
Gennaro: visto dagli occhi di 28 persone e interpretato dalle mani di altrettanti artisti. Gennaro, che vive e rivive tra le sale di Palazzo Arlotta nella seconda edizione della mostra curata da Sabina Albano e organizzata con l’Istituto di Cultura meridionale.
E io San Gennaro, o meglio Gennaro, ho scelto di ricordarlo così: attraverso quel miracolo tutto umano che è l’arte.

DSC_0032 copia DSC_0033 copia

DSC_0038 copia DSC_0043 copia DSC_0045 copia DSC_0049 copia
DSC_0055 copia DSC_0060 copia DSC_0061 copia DSC_0071 copia
DSC_0076 copia DSC_0078 copia DSC_0083 copia DSC_0088 copia DSC_0091 copia DSC_0093 copia DSC_0095 copia DSC_0001 copia DSC_0020 copia DSC_0021 copia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *