Skip to content

C’era una sera, il Galà del Cinema e della Fiction (IX ed.)

13 ottobre 2017

C’era un castello perché è lì che cominciano tutte le storie e quindi anche questa, che di storie ne racchiude tante al suo interno e infinite altre ancora da raccontare.

C’erano l’attesa, i premi da consegnare, le speranze. Una terrazza vista costiera sorrentina. C’erano tavole rotonde, imbandite come fosse Natale, sotto un soffitto di alberi d’ulivo e file di lucine. C’era la bellezza dello stare insieme, del confronto, dell’incrocio di vite ed esperienze senza precisi confini di demarcazione. C’era la magia, quella che solo il cinema bello e la bella televisione sanno portare nella nostra vita aprendoci finestre su mondi sconosciuti o anche sulla parte più profonda di noi stessi. C’era l’arte e la gentilezza d’animo che di solito le si accompagna. Le luci, foto a profusione, calici di vino. C’erano i registi e gli attori e i grandi giornalisti e tutti coloro che in qualche modo mettono la propria professionalità a servizio di un’industria che produce prima di tutto emozioni. C’erano temi, più o meno sottesi, espressi magistralmente o in cerca di una voce che li mettesse in circolo. C’ero io che non riuscivo a smettere di sorridere, tradendo una certa emozione nello stare lì e nel conoscere le persone dietro i miei personaggi preferiti (fan del Paradiso delle Signore ne abbiamo?).

C’era tutto questo ed era la nona edizione di un evento che intende innanzitutto valorizzare l’operato di coloro che ogni anno si distinguono nell’uso di un linguaggio oggi quanto mai importante – quello dell’audiovisivo –  ma anche promuovere tutti i mondi con cui esso va a dialogare: territorio, moda, artigianalità, industria. Un festival tutto campano che Valeria della Rocca ha ideato dieci anni fa e che continua a far crescere anche grazie alla direzione artistica di Marco Spagnoli e alla collaborazione della Film Commission della Regione Campania, soprattutto in un periodo storico in cui la nostra terra brulica di nuove (e geniali) produzioni.

C’era un castello perché è lì che cominciano tutte le storie: il castello era quello Medievale di Castellammare di Stabia e la storia, avvincente e bellissima, era il Galà del Cinema e della Fiction.

 

 

 

Categories:eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *