Skip to content

Categoria: persone

Quando la musica diventa sentimento (e un libro)

Che la musica non faccia soltanto da sottofondo alla nostra vita ma ne sia parte integrante, e imprescindibile. Che senza non potremmo ballare e cantare e soffrire e amare. Che sia un sentimento. Che curi la nostra anima, facendoci sentire parte di un tutto o semplicemente portandoci a fare degli incontri. In fila al San Carlo, ad esempio.

continua a leggere Quando la musica diventa sentimento (e un libro)

Lascia un commento

Le mille vite di Schatzy Mosca

dsc_0031

Qualche mattina fa, in uno dei miei posti del cuore che è la Modart Gallery in via Salita Vetriera, ho avuto un incontro di quelli che nel tragitto di ritorno non puoi fare a meno di chiederti: “è tutto vero?”.
Sì, perché Schatzy Mosca – mille colori e «un prosecco!» a colazione – è un personaggio a confine tra la realtà, quella che sa e odora di vita vera, e la fantasia.

continua a leggere Le mille vite di Schatzy Mosca

1 Commento

Giorgia Surina e quella fiction che l’ha portata a Napoli

dsc_0020-copia

Una milanese, a Napoli, mi ha parlato di un’Italia nostra. A quel punto, nel bel mezzo del Galà del Cinema e della Fiction in Campania, penso che l’Italia nostra la facciano le persone che hanno talento. E quelle che sanno innamorarsi.
Lei, Giorgia Surina, dice di essersi innamorata di Napoli durante le riprese di Non dirlo al mio capo, davanti al Castel dell’Ovo. E davanti al Maschio Angioino, dopo interminabili giornate di lavoro e fredde nottate sul lungomare, lei si è fermata per dare un’occhiata in giro. Ed è rimasta senza fiato.

continua a leggere Giorgia Surina e quella fiction che l’ha portata a Napoli

Lascia un commento

Ciao mamma, ho incontrato i The Jackal

the jackal

Prima di raccontare ciò che ci siamo detti io e quei bravi ragazzi dei The Jackal è necessaria una premessa – che più che altro è una confessione: come sfondo del mio cellulare ho la faccia di Alfredo.
Detto ciò, incontrare Ciro Priello, Simone Ruzzo, Alfredo Felco e Francesco Ebbasta al Galà del Cinema e della Fiction in Campania è stata una cosa bella per il semplice motivo che mi sono ritrovata davanti quattro ragazzi che, prima di essere i The Jackal, molto prima di essere il fenomeno del web da più di un milione di followers, sono semplicemente amici.
E nel poterlo constatare – soprattutto quando Ciro ha chiamato incredulo Alfredo per mostrargli il mio sfondo (su cui peraltro hanno continuato a fare battute per tutta la conversazione) – mi sono sentita privilegiata.

continua a leggere Ciao mamma, ho incontrato i The Jackal

Lascia un commento

Scianel è stata, comunque, un regalo

DSC_0210

Quando ti trovi faccia a faccia con una tipa così, capace di rappresentare Scianel pur essendo totalmente distante da ciò che Scianel rappresenta, capisci di avere di fronte un’artista. E, subito dopo, una donna dal carattere forte, viscerale ma semplice. Di quelle che amano ciò che fanno e fanno ciò che amano, ed hanno ben chiare in testa le cose belle della vita, le quali cose – nel caso di Cristina Donadio, la Scianel di Gomorra La serie 2 – possono essere un giro in vespa, una giornata in barca, il terrazzo di casa propria.

continua a leggere Scianel è stata, comunque, un regalo

Lascia un commento

Intervista a Margherita Laterza: di luoghi, di tempi, di sogni

DSC_0794 copia

Da quale epoca provenga difficile a dirsi.

Caprese, classe ’88. Lei è Margherita Laterza, che di tempi e luoghi ne ha attraversati tanti, sul palco di un teatro e dietro lo schermo. Io l’ho incontrata in una villa patrizia di Napoli durante un fashion show e l’ho ammirata. Nel vestito di Nino Lettieri e nella sua persona.
Delicata nei modi e nella figura, ma forte al punto da poter diventare qualunque cosa lei desideri.
Anche l’opposto di sè.

continua a leggere Intervista a Margherita Laterza: di luoghi, di tempi, di sogni

Lascia un commento

Dieci (preziosi) minuti con Chiara

chiara gamberale

Le avevo chiesto dieci minuti e un abbraccio.
Ma lei, come fanno tutti quelli che tra dare e ricevere non c’è poi tanta differenza, mi ha dato molto di più.
Mi ha dato ciò che una persona ha di più prezioso: la sua attenzione – il gesto più vicino all’ amore che conosca  – e il suo tempo. Che probabilmente saranno stati dieci minuti, ma di quelli che, lei lo sa bene, è difficile stabilire quanto durino effettivamente.

Ed è stato così che un pomeriggio di pioggia a Milano, mentre credevo di andar a incontrare Chiara Gamberale, la scrittrice, in realtà ho conosciuto Chiara: l’amica. La madre “troppo figlia”. La donna che ama scrivere almeno quanto ama amare. Bella di quella bellezza che si tiene bene alla larga dall’idea di perfezione attenta com’è a rintracciare il vero.

continua a leggere Dieci (preziosi) minuti con Chiara

Lascia un commento

Mr Cooper

glenn cooper

28 settembre 2014, hotel Palazzo Alabardieri, Napoli

Ho incontrato Glenn Cooper durante uno dei miei viaggi: in autogrill, nella sezione bestseller. All’angolo tra la caffetteria e il reparto caramelle gommose, lo amavo già: con gli occhi incollati alle sue parole e l’insana impazienza di arrivare alla fine di quelle parole e di non arrivarci mai.

continua a leggere Mr Cooper

Lascia un commento